Gravidanza in estate: tutti i consigli per affrontarla nel modo giusto

donna incinta

L’estate è esplosa. Con tutti i suoi colori, con la sua luce abbagliante, con le giornate che si allungano pigre e sembrano non voler lasciare il posto alla notte. E’ tempo di vivere all’aperto, di godersi il sole, ma è anche la stagione del caldo afoso, delle notti bollenti, quando ti giri e ti rigiri nel letto per trovare un po’ di refrigerio. Delle giornate chiuse in un ufficio, in una fabbrica, in casa accanto ai fornelli.
E se aspettiamo un bambino? Come affrontiamo l’estate in gravidanza con quel pancione che cresce, con quella nuova vita che si è annidata dentro di noi e che richiede tutta la nostra cura?
Innanzitutto convinciamoci che la gravidanza è un evento fisiologico nella vita di una donna, e non una malattia.
E se non abbiamo problemi particolari, questo tempo va vissuto con la massima serenità, poiché sono poche le cose a cui dobbiamo rinunciare.

Come affrontare la gravidanza in estate: dritte e consigli pratici di una mamma

Dobbiamo assolutamente evitare di assumere farmaci se non espressamente prescritti dal nostro medico di fiducia.
Rinunciare al fumo, ai superalcolici, ad alcuni cibi che possono trasmettere malattie pericolose al bimbo che portiamo in grembo.
Per il resto, se stiamo bene, continuiamo la nostra vita senza privarci di ciò che ci fa sentire a nostro agio, con piccoli accorgimenti per proteggere il nostro benessere e quello del bimbo che sta per nascere.
Una donna incinta risente maggiormente del caldo, si stanca più facilmente, e la carica ormonale può provocarle sbalzi di umore.
In questi casi è importante il coinvolgimento del partner e/o in sua assenza della famiglia.

Ma vediamo quali possono essere quelle piccole cose che possono aiutarci ad affrontare al meglio la gravidanza durante i mesi estivi .

Come vestirsi in gravidanza in estate?

Via libera a vestiti in fibra naturale, cotone o lino. Ottimi i camicioni larghi, i pantaloni con l’elastico che si può regolare e casacche sciolte che non comprimono, o nel caso di una serata più elegante, abiti lunghi che lasciano le spalle scoperte, con l’arricciatura sotto il seno. Indossate sempre scarpe comode. Le gambe sono quelle che maggiormente risentono del peso del corpo. Se vi piacciono i cappelli, questo è il momento migliore per utilizzarli. Cappelli freschi, di paglia naturale. Proteggono la testa dal sole ed evitano i colpi di calore.

Non rinunciate ad un’attività fisica. Camminare fa bene. Però, se siete in città cercate di uscire nelle prime ore del mattino o in serata. Evitate le ore più calde. Se in ufficio o in casa avete l’aria condizionata usatela senza remore, evitando però che vi arrivi dritta addosso.
Non rimanete a lungo in piedi o sedute. Cercate di camminare e di muovervi ogni mezz’ora.

Dove andare in vacanza quando si aspetta un bambino?

Mare o montagna vanno bene ugualmente purché si osservino alcune semplici regole.
Al mare: meglio il costume intero del bikini. Ma se proprio non volete rinunciarvi, utilizzate una crema solare con un livello di protezione alta. In gravidanza la pelle è più sensibile e possono comparire fastidiosi eritemi oppure delle antiestetiche macchie solari. Non esponetevi al sole nelle ore più calde, preferite andare in spiaggia dalle otto alle undici del mattino e dopo le quattro nel pomeriggio. Sì alle nuotate e alle passeggiate in riva al mare. Stimolano la circolazione sanguigna e danno sollievo alle gambe affaticate.
L’idratazione è fondamentale sempre. Se vi state chiedendo cosa mangiare in gravidanza in estate, sappiate che dovrete bere tanta acqua, spremute e centrifugati di frutta fresca e di verdura. Evitate le bibite gasate e quelle contenenti caffeina. L’alimentazione deve essere fresca e leggera. Facilmente digeribile. Quindi tante belle insalate colorate (dopo avere lavato accuratamente le verdure), pesce fresco (che contiene Omega 3) cotto al vapore o alla griglia, pane e pasta in quantità controllata, tanta frutta fresca. Se potete, eliminate il sale o almeno usatelo in quantità minime. Evitate anche i troppi zuccheri. Va bene un gelato ogni tanto, o un dolce semplice come una crostata di frutta.
In montagna, valgono le stesse regole. Sì alle passeggiate nei boschi a respirare aria pura, sì all’immersione rapida e non prolungata delle gambe in un torrente, sì ai bagni in piscina, se questa non contiene troppo cloro. Il movimento fisico è un grande beneficio per la gravidanza, basta non abusarne.
Se quindi avete optato per una vacanza in montagna, fate attenzione all’altitudine in gravidanza: scegliete però un luogo che non superi i 1.300 metri di altezza perché più si va in alto e più l’aria diventa rarefatta e questo può procurare problemi respiratori.
Naturalmente, sia che si decida per la vacanza al mare e sia per quella in montagna, non scegliamo posti troppo lontani e difficilmente raggiungibili.
Infine un’ultima raccomandazione: riposate. Questo è il periodo in cui avete maggiore bisogno di entrare in comunicazione con il vostro Io interiore, e quindi con il vostro bambino. Dopo il parto, avrete tantissime cose a cui pensare e a cui dedicare il vostro tempo, per cui approfittate di questi mesi di attesa con una parola d’ordine: Relax.

Vuoi ricevere uno sconto ogni settimana?
Iscriviti ora alla nostra Newsletter!

Assicurati di essere tra i primi a ricevere sconti e offerte esclusive, riservate agli iscritti alla nostra newsletter. Ogni settimana, direttamente nella tua casella di posta, riceverai un codice coupon che ti farà risparmiare sui tuoi acquisti su Farmacosmo.


Do il consenso a ricevere offerte via email e per finalità di marketing diretto
Dichiaro di aver preso visione dell' Informativa Privacy


Lascia un commento