La Dieta Mima Digiuno e il segreto della longevità nascosto nell’alimentazione.

verdure fresche

La dieta Mima Digiuno, detta anche “dieta della longevità” è una dieta che si basa sulla rigenerazione cellulare e la protezione dalle malattie croniche legate all’invecchiamento, più che sull’effetto dimagrante. Non si tratta di un vero e proprio digiuno, così come lo stesso nome suggerirebbe, ma di una dieta che, se eseguita correttamente, riduce il rischio di diabete, malattie cardiocircolatorie e tumori. Messa a punto dal dottor Valter Longo, docente dell’University of Southern California, che propone una dieta molto semplice: simulare un semi-digiuno per 5 giorni ogni 3-6 mesi, riducendo fino al 50% l’apporto calorico rispetto alla normalità.

La dieta Mima Digiuno consiste nel ridurre progressivamente le quantità dei piatti quotidiani e l’apporto proteico. Questo comporterà l’eliminazione di tutti quei cibi che stimolano la produzione d’insulina e dell’ormone della crescita. Come è composta? Apparentemente simile ad una dieta vegetariana, ma con l’aggiunta fondamentale di pesce 2-3 volte alla settimana. Quest’ultimo, infatti, a differenza della carne, contiene grassi buoni, come l’Omega-3.

I fondamenti della dieta Mima Digiuno

Eliminare completamente gli zuccheri e i grassi saturi animali carne, i dolci, la frutta e tutti i prodotti di origine animale); utilizzare come fonte di proteine solo ceci, fagioli e altri legumi; consumare grandi quantità di grassi complessi, come i broccoli e i pomodori; e abbondare di olio, mandorle, noci e nocciole. Alla pasta a mezzogiorno, per esempio, preferiremmo circa 150 grammi di cereali integrali e 300 grammi di legumi cotti.

Evitare le proteine: consumare proteine in grande quantità sotto i 65 anni, secondo gli esami del dottor Longo, contribuisce ad accelerare l’invecchiamento, aumentando il rischio di ammalarsi di tumore di ben 4 volte.

Fondamentali sono gli integratori da abbinare a questo tipo di regime alimentare: sono da preferire integratori a base di Omega-3 e Omega-6, oltre che tutti i multivitaminici.

La dieta deve essere breve: il rischio è quello di pensare che digiunare sia la risposta a un regime di vita più salutare. La dieta mima-digiuno non è niente di tutto questo, come spiega bene il professor Longo, si tratta infatti di mangiare bene, sano e in giusta quantità. Nulla a che vedere con un digiuno prolungato o una dieta ipocalorica, che può far perdere peso, ma privare il corpo di nutrienti importanti.

Quali sono i benefici della dieta Mima Digiuno?

L’astinenza ciclica dal cibo permette agli organi di ringiovanire. Parliamo di benefici che durano circa 3 mesi dopo la conclusione della dieta. Costringendo il corpo a nutrirsi senza proteine, l’organismo è costretto a ricorrere a risorse alternative, attingendo alle scorte di grasso e sfruttando le risorse proteiche in modo più efficiente. Questo attiverà la produzione di cellule staminali che sostituiscono quelle vecchie con quelle giovani, permettendo di restare in forma a lungo.

È controindicata per le donne incinte, i diabetici, i soggetti ipertesi, gli anziani cardiopatici, quelli a rischio di anoressia nervosa, o con livelli di colesterolo alto.

Vuoi ricevere uno sconto ogni settimana?
Iscriviti ora alla nostra Newsletter!

Assicurati di essere tra i primi a ricevere sconti e offerte esclusive, riservate agli iscritti alla nostra newsletter. Ogni settimana, direttamente nella tua casella di posta, riceverai un codice coupon che ti farà risparmiare sui tuoi acquisti su Farmacosmo.


Do il consenso a ricevere offerte via email e per finalità di marketing diretto
Dichiaro di aver preso visione dell' Informativa Privacy


Lascia un commento