L’estate è alle porte: preparati ad avere un’abbronzatura perfetta!

donna che si abbronza in piscina

Gustave Flaubert scriveva: “Un’estate è sempre eccezionale, sia essa calda o fredda, secca o umida”.

Sono sicura che la maggior parte di noi, come puntualmente accade, stia aspettando con ansia l’arrivo di questa fantastica stagione per partecipare ad eventi all’aria aperta, trascorrere lunghe e piacevoli giornate al mare e perché no, avere finalmente una pelle più scura ed un colorito più dorato.

Questa tendenza ha radici molto profonde: a lanciare la moda fu Coco Chanel agli inizi del 1900 quando fu in grado di sfatare il mito della pelle candida creato dai poeti del Dolce Stil Novo e fino ad allora perseguito, facendosi notare dal mondo intero per la carnagione dorata sfoggiata in seguito ad una vacanza in Costa Azzurra.

Uno degli obiettivi più comuni in questo periodo è quindi ottenere un’abbronzatura perfetta!

Tantissimi errori si possono compiere però nel perseguimento di questo scopo: dalla banalissima ma molto fastidiosa scottatura solare alle conseguenze più importanti, come le ipercheratosi e l’insorgenza delle neoplasie come i melanomi.

E’ dunque fondamentale sia ricordarsi alcune semplicissime regole per evitare danni, spesso irreparabili, alla nostra salute, sia seguire alcuni consigli che vi garantiranno un’abbronzatura perfetta. 

  1. Anzitutto occorre preparare la pelle all’esposizione solare liberandola di tutti i “residui invernali” attraverso il trattamento con uno scrub. Questo infatti effettua un’esfoliazione superficiale del derma tale da asportare tutte le cellule morte che rappresentano un ostacolo all’ottenimento di un colorito uniforme e di rigenerare la pelle rendendola più sana e reattiva verso i raggi solari.
  2.  Importante allo stesso modo è non trascurare il ruolo dell’alimentazione: affinché l’organismo sia in grado di assorbire nella giusta misura i raggi solari e riesca a mantenere il colorito tanto desiderato è necessario idratarlo a sufficienza, sia bevendo molta acqua che utilizzando creme idratanti che evitano che la pelle si secchi e che desquamandosi porti via l’abbronzatura. Bisogna adottare un’alimentazione basata sui cibi ricchi di beta-carotene, pigmento di colore arancione che, accumulandosi sotto la cute, è in grado di aumentare l’intensità del colore della pelle. Tra le verdure non solo le famosissime carote ma anche broccoli, spinaci, ravanelli, pomodori e fiori di zucca che oltre al betacarotene contengono Vitamina C ed E ed Acido Folico. Tra la frutta più indicata per la sua capacità di favorire e conservare  l’abbronzatura possiamo indicare il kiwi, le arance, le ciliegie e molti frutti esotici come la papaya ed il mango, consumati crudi o come centrifugati.
  3. Può senz’altro risultare molto vantaggiosa l’assunzione “premeditata” di Integratori Alimentari per l’abbronzatura specifici e mirati a questo obiettivo. Premeditata in quanto è necessario cominciare a prenderli almeno due mesi prima dell’inizio delle esposizioni al sole per preparare al meglio la pelle allo “stress” causato dai raggi solari ma anche per ottenere un’abbronzatura più intensa e duratura senza il rischio di eritemi solari. I migliori integratori a tale scopo sono quelli che contengono carotenoidi che sono precursori della Vitamine A come il beta-carotene e la astaxantina, vitamine A, C ed E, minerali come il selenio, il magnesio, e lo zinco e tutti gli integratori a base di Omega 3 ed Omega 6 che stimolano la sintesi di collagene fondamentale per stimolare la reattività della pelle al sole.
  4. L’esposizione solare deve essere graduale ed attenta. Mai iniziare la stagione trascorrendo intere giornate in spiaggia ma piuttosto preferire le prime ore del mattino al massimo fino alle 12 proteggendo opportunamente le parti più sensibili del corpo.
  5. L’utilizzo di una crema solare applicata almeno mezz’ora prima dell’esposizione e con fattore di protezione appropriato al tipo di pelle è una condizione imprescindibile per raggiungere l’abbronzatura perfetta, dal momento che tali creme sono in grado di schermare la pelle dai raggi UVA ed UVB. La scelta della crema deve essere molto attenta e mirata: prima di tutto si deve scegliere in base al fototipo della pelle, inoltre, la texture deve essere adeguata alla zona del corpo cui è destinata e quindi creme più dense e di conseguenza più resistenti all’acqua saranno più indicate per il viso e le zone sensibili del corpo. Fondamentale è il fattore di protezione scelto che viene riportato usualmente sulla confezione con la sigla SPF (Sun Protective Factor) ed indica quante volte si può moltiplicare il tempo di permanenza al sole prima che la pelle si scotti. I dermatologi consigliano solitamente di optare per protezioni superiori a 15 anche per chi possiede un incarnato scuro fino alla scelta di un fattore tra 30 e 50 per le carnagioni più chiare (da riapplicare almeno ogni 2 ore). Il filtro presente all’interno della crema è una caratteristica da non sottovalutare per la scelta giusta: esistono filtri fisici che riflettono i raggi solari come uno specchio e rendono la crema molto resistente all’acqua e filtri chimici che assorbono i raggi solari e li trasformano prima che danneggino la pelle.

Poche ma importantissime routine quindi, per evitare l’odioso “effetto gamberone”, per evitare danni pericolosi  alla salute e per  anche per sfoggiare un’abbronzatura davvero perfetta.

Noi siamo pronte… tu?

Vuoi ricevere uno sconto ogni settimana?
Iscriviti ora alla nostra Newsletter!

Assicurati di essere tra i primi a ricevere sconti e offerte esclusive, riservate agli iscritti alla nostra newsletter. Ogni settimana, direttamente nella tua casella di posta, riceverai un codice coupon che ti farà risparmiare sui tuoi acquisti su Farmacosmo.


Do il consenso a ricevere offerte via email e per finalità di marketing diretto
Dichiaro di aver preso visione dell' Informativa Privacy


Lascia un commento