Come eliminare la cellulite?

Raccontarti cos’è la cellulite e come si elimina è il tormentone dell’estate.

Molle, edematosa o compatta? Se ce l’hai, la vedi, poco ti importa di sapere perché è lì, l’unico pensiero costante è quello di capire come sconfiggere la cellulite. Forse imparerai a conviverci, a volte farai finta di ignorarla . La buona notizia è che non sei sola: la cellulite può colpire tutte, in Italia 7 donne su 10, a prescindere dall’età e dallo stile di vita. Ad esempio, anche le sportive, con muscolatura tonica, possono presentare noduli e avvallamenti causati da un ristagno di liquidi, se il microcircolo o la circolazione linfatica non funzionano a dovere.

La domanda che tutte noi donne ci facciamo è: come posso combattere la cellulite?

I brand oggi offrono varie soluzioni, da scegliere in base alle diverse esigenze. A seconda della gravità della vostra cellulite e del tempo che avete a disposizione per dedicarvi agli odiati cuscinetti esistono varie tipologie di prodotti. Partendo dal presupposto che non esistono prodotti miracolosi per eliminare la cellulite, la buona notizia è che le promesse dichiarate in pubblicità devono essere documentate da prove concrete: una nuova normativa di legge, infatti, prevede che ogni prodotto cosmetico sia corredato da un dossier scientifico conservato in azienda che ne dimostri l’efficacia reale sulla base di test effettuati in laboratorio in vitro e su un campione di volontari.

  • Le creme per la cellulite

La verità è che da sole le creme anticellulite non bastano a risolvere il problema visto che intervengono solo sugli effetti visibili dell’inestetismo e non sulle cause che lo hanno scatenato. Stendere una crema anticellulite, non serve a mettersi in pace con il proprio corpo se poi non si integra con altri accorgimenti, come l’esercizio fisico, l’alimentazione equilibrata, mirate terapie mediche ed estetiche. Per scegliere la crema migliore bisogna imparare a leggere l’etichetta.
Ci sono formule più ricche di estratti vegetali come l’escina e l’edera che hanno un’azione linfodrenante. I derivati dell’ippocastano e del ruscus che rinforzano i vasi capillari e aiutano il riassorbimento dei liquidi. La caffeina o teofilline, la linfa di betulla, gli estratti d’alghe e il tè, hanno spiccate azioni lipolitiche contro i cuscinetti.
Infine, verificate se la crema contiene alfaidrossiacidi o acido glicolico che tendono a diminuire lo strato corneo, favorire una migliore ossigenazione superficiale e levigare la pelle.
Dopo l’acquisto di una crema specifica per la cellulite, la domanda che ci poniamo tutte è: qual è il modo migliore per stendere una crema anticellulite? Si mette circa una noce di crema su ogni gamba, quindi si massaggia con leggeri movimenti circolari non solo sulle zone cellulitiche ma lungo tutta la gamba, caviglie comprese. Dopo aver lubrificato bene la pelle si inizia un massaggio ascendente dalle caviglie alle cosce, sfiorando con morbide ma decise pressioni la pelle e impastando molto dolcemente le “zone critiche”. Termina con leggerissimi pizzicotti sulla plica cutanea per riattivare la circolazione. Questo massaggio è particolarmente efficace nei  casi di cellulite edematosa di recente formazione, dovuta principalmente da un ristagno venoso e linfatico. Va eseguito alla sera con una crema dalla consistenza ricca e, se possibile, dormire con un cuscino sotto le gambe per tenerle leggermente sollevate per favorire la circolazione rallentata.

  • I gel anticellulite senza massaggio

Sono formule gelatinose con una piccola quantità d’alcool che permette il rapido assorbimento e le rendono molto pratiche: si applicano in un attimo e ci si può vestire subito dopo. Sono la soluzione ideale per chi ha sempre fretta, per le pigre e per l’utilizzo quotidiano, ideali in tutti i mesi dell’anno. Per un’azione d’ urto usatele al mattino e integratele, alla sera, con un prodotto in crema da massaggiare con cura.

  • Gli spray per la cellulite

Aderiscono perfettamente alla pelle formando una sorta di film invisibile che permette ai principi attivi di lavorare sulla pelle. Questo genere di anticellulite è perfetto soprattutto se vai in palestra. Infatti, dopo l’esercizio fisico i muscoli sono bene irrorati e gli scambi metabolici aumentano e migliorano la penetrazione dei principi attivi.

  • I fanghi contro la cellulite

Un metodo del tutto naturale per combattere gli edemi, spesso associati a cellulite e ritenzione di liquidi sono gli impacchi a base di fango termale o derivato da argille marine che racchiudono percentuali molto elevate di oligoelementi, minerali, amminoacidi e iodio. Si applicano in strato spesso su glutei, addome e fianchi.  Per evitare la dispersione di calore, le parti trattate vanno “isolate” avvolgendole con una pellicola trasparente. Per processo osmotico i principi attivi vengono veicolati nella pelle svolgendo un’azione linfodrenante e disintossicante, riattivando la circolazione venosa e linfatica, eliminando naturalmente le tossine attraverso l’abbondante sudorazione. Usando questo tipo di prodotti, già dalle prime sedute, puoi avvertire una sensazione di grande leggerezza e benessere.

  • Gli integratori alimentari

Come agiscono? Direttamente sul grasso limitandone l’assimilazione da parte dell’organismo. I migliori  puntano su un match di ruscus, borragine, estratti d’uva, chitosano ma anche iodio. Quest’ultimo elemento però è sconsigliato alle ipertirodee. Una regola per tutte: l’apporto calorico dei grassi deve essere inferiore al 30% delle calorie totali. Anzi, più ci si avvicina al 20% meglio è.

Rimedi contro la cellulite: perché si usa il kinesio taping?

Il kinesio taping, il cerotto in cotone elastico che viene normalmente usato per alleviare il dolore di contratture e lesioni muscolari. Notoriamente utilizzato dagli sportivi  è un’arma efficace anche contro la cellulite.

Questa tecnica è stata inventata negli anni Settanta dal chiropratico giapponese Kenzo Kase. I cerotti, applicati sulla pelle possono a seconda della posizione, della direzione e della tensione, inibire un muscolo sovraccaricato e migliorarne la funzionalità motoria. Applicati, su glutei e fianchi, decomprimono la cute, apportano benefici simili a quelli di un massaggio linfodrenante. Quindi, consentono di drenare i liquidi in eccesso tipici della cellulite edematosa e di migliorare il tono della pelle grazie a un potere liftante. Allo stesso tempo il kinesio taping facilita il drenaggio linfatico agendo su eventuali edemi o stati infiammatori. Ed è proprio qui il punto. La cellulite è infatti una infiammazione e il taping cosmetico, può diventare così un alleato per la remise en forme. Il fai da te per questa tecnica è sconsigliato, meglio rivolgersi a centri estetici esperti.

E infine la triste verità: nulla ha effetto se non combiniamo una alimentazione sana!

Alimentazione contro la cellulite: cosa prediligere a tavola?

alimentazione corretta

Pane, pasta e riso integrali: sono ricchi di fibre e, oltre a combattere la stipsi, aiutano ad eliminare le scorie accumulate. Via libera a yogurt, cereali e caffè d’orzo (quello espresso contiene caffeina che, mentre se applicata in forma concentrata sulla pelle ha un effetto liporiducente, ingerita provoca un rallentamento del microcircolo, peggiorando la ritenzione idrica e, di conseguenza, anche la cellulite) . Prediligere una dieta ricca di verdura e frutta e con particolare attenzione alle proteine: pesce al forno, bollito e al cartoccio almeno tre volte la settimana e carne bianca. Da evitare la carne rossa soprattutto la sera che va ad aumentare la ritenzione dei liquidi.

Sì ai formaggi, ma da evitare assolutamente  il camembert, il gorgonzola e la mozzarella.

Vuoi ricevere uno sconto ogni settimana?
Iscriviti ora alla nostra Newsletter!

Assicurati di essere tra i primi a ricevere sconti e offerte esclusive, riservate agli iscritti alla nostra newsletter. Ogni settimana, direttamente nella tua casella di posta, riceverai un codice coupon che ti farà risparmiare sui tuoi acquisti su Farmacosmo.


Do il consenso a ricevere offerte via email e per finalità di marketing diretto
Dichiaro di aver preso visione dell' Informativa Privacy


Lascia un commento