I benefici del Cioccolato: oltre il gusto c’è di più!

tavoletta di cioccolato

Ottime notizie per gli amanti del cioccolato, il comfort food per eccellenza nel quale ci rifugiamo dopo una giornata pesante o quando semplicemente abbiamo voglia di regalarci una coccola. Smentiamo, infatti, la credenza che tutto ciò che è buono fa male: lo sapevi che in un grammo di cioccolato al latte ci sono circa 6,7 milligrammi di fosforo mentre nel riso soltanto 5,9 milligrammi e nelle mandorle secche addirittura solo 4,7 milligrammi di questo prezioso minerale?

Gli aztechi consideravano il cioccolato un cibo pregiato e nobile, tanto che soltanto chi apparteneva ai ceti sociali più alti poteva mangiarlo e addirittura utilizzarlo come denaro al punto da ribattezzarlo Amygdalae pecuniariae cioè mandorla di denaro. Oggi, spesso demonizzato per le sue caratteristiche caloriche, se consumato in maniera equilibrata, ci sono molti benefici che il cioccolato può apportare alla salute e soprattutto all’umore di ognuno di noi.

Secondo le nuova Normativa Europea si può definire cioccolato soltanto il prodotto costituito da cacao in polvere, cacao magro, granelli di cacao, burro di cacao e saccarosio. In percentuale quindi deve contenere almeno il 35% di componente secca derivante dal cacao, il 18% di burro di cacao ed almeno il 14%di cacao magro. Soddisfatte queste caratteristiche saremo certi di poterci concedere una discreta quantità di questo semplicissimo e gustosissimo alimento senza troppi sensi di colpa ma bensì godendo delle sue molteplici proprietà.

10 motivi per cui mangiare cioccolato fa bene

  • Il cioccolato è un antidepressivo naturale: recentissimi studi condotti all’Istituto di Neuroscienze di San Diego, in California, hanno rivelato la presenza nel cioccolato di anandamide, una sostanza con attività neuro-modulatrice assimilabile a quella dei cannabinoidi (il cui composto più noto è la cannabis) e perciò in grado di legarsi ai recettori di questi ultimi sia nel sistema nervoso centrale che in quello periferico. L’effetto dell’assorbimento di questo composto è perciò una sensazione di benessere immediata con miglioramento del tono dell’umore che ne fa un vero e proprio antidepressivo naturale. Il nome stesso del composto deriva dalla parola ananda che vuol dire “stato di grazia” per la sua capacità di suscitare sensazioni piacevoli.
  • Il cioccolato ha proprietà antiossidanti: alla Louisiana State University un gruppo di ricercatori ha testato gli effetti del cioccolato sul tratto intestinale monitorandone l’intero processo digestivo. E’ stato così osservato che i “batteri buoni” presenti nell’intestino umano si nutrono di alcuni dei composti derivanti dalla digestione del cioccolato (soprattutto di quello fondente) come polifenoli ed epicatechina, che non essendo assorbiti a livello dello stomaco arrivano direttamente nel colon dove li utilizzano per produrre sostanze ad attività antinfiammatoria ed antiossidante. Tali prodotti antiossidanti agiscono a loro volta sulle arterie favorendo la liberazione di ossido nitrico, un gas in grado di rilassare le arterie, abbassando così la pressione sanguigna.
  •  Il cacao contiene acido stearico e acido oleico. L’acido stearico è un grasso saturo che impedisce alle LDL (il così detto “colesterolo cattivo”) di aumentare i suoi livelli nel sangue tenendo così sotto controllo le ipercolesterolemie e riducendo il rischio di malattie cardiache.
  • Il cioccolato migliora la circolazione: la capacità del cioccolato di agire sulla pressione cardiaca migliorando la circolazione lo rende anche un validissimo rimedio per la vista in quanto riesce a favorire l’afflusso di sangue verso la retina.
  • Il cioccolato favorisce il dimagrimento: dalla University of California di San Diego arriva un interessantissimo studio sulle capacità del cioccolato in merito. Lo studio condotto su 1500 adolescenti di 6 diversi paesi europei ha messo in evidenza il fatto che i ragazzi che mangiavano più cioccolato avevano meno grasso soprattutto nella zona addominale indipendentemente dall’attività fisica svolta o dal tipo di alimentazione seguita. Il merito sembra da attribuire ai flavonoidi e alle catechine, antiossidanti in grado di stimolare il metabolismo dei grassi.
  • Alla Hull Cough Clinic nell’East Riding of Yorkshire il professor Alyn Morice sta tuttora conducendo uno studio che coinvolge 300 pazienti di 13 diversi ospedali britannici riguardo gli effetti benefici della teobromina contenuta nel cacao sui sintomi della tosse. Sinora lo studio ha evidenziato che, mangiando una tavoletta di cioccolato al giorno, la tosse, sia passeggera che cronica, si riduce nel 60% dei pazienti grazie alla capacità della teobromina di bloccare l’azione dei nervi sensoriali responsabili dei colpi di tosse.
  • Il cioccolato fondente è inoltre ricco di ferro pertanto possiede importanti proprietà antianemiche se associato ad alimenti o integratori ricchi di Vitamina C come le fragole.
  • Il cioccolato fondente è il dolce più sano che esista dal momento che è completamente vegetale.
  • Nella classifica ORAC del potere antiossidante dei cibi stilata dal Dipartimento dell’Agricoltura americano il cacao si è collocato al primo posto insieme al tè verde per la sua capacità di assorbire i radicali liberi garantendo così un’efficace protezione contro tumori e malattie.
  • Anche in campo cosmetico il cioccolato viene ampiamente utilizzato come ingrediente per scrub anticellulite, creme antirughe per il viso, per maschere nutrienti per capelli.

 

 

 

 

Lascia un commento