Somatoline ha effetti sulla tiroide?

Tantissime donne ogni anno, soprattutto in vista della stagione estiva, si ritrovano ad affrontare la durissima battaglia contro la cellulite, inestetismo della pelle dovuto ad un incremento del volume delle cellule adipose di cosce, glutei e fianchi conseguente ad un aumento della ritenzione idrica ed ognuna di loro, almeno una volta nella vita, si è ritrovata a valutare l’utilizzo di quello che tutt’ora viene considerato il rimedio per eccellenza a questo problema: Somatoline!
Somatoline Emulsione cutanea (per intenderci, Somatoline bustine), a differenza dell’omonimo della linea Cosmetic, è però un medicinale vero e proprio, incluso nella lista dei farmaci da banco, perciò vendibile senza obbligo di prescrizione e addirittura detraibile dalla dichiarazione dei redditi.
La sua azione sulla cellulite si basa sull’effetto sinergico della Levotiroxina, ormone di sintesi utilizzato anche nell’ipotiroidismo in grado di mobilitare acqua e grasso dalla cute, e l’escina, molecola ad azione vasoprotettrice contenuta nell’ippocastano.

Somatoline fa male alla tiroide?

Ovviamente, parlando di farmaco, la domanda che sorge spontanea è: è sicuro? Potrebbe avere degli effetti collaterali importanti?
Dopo anni di dubbi ed esitazioni è finalmente arrivata la risposta a questi quesiti:
Somatoline è un prodotto sicuro, anche per chi ha problemi di tiroide!
Nel 2013, infatti, presso l’U. O. di Endocrinologia dell’Azienda Ospedaliera L. Sacco di Milano è stato condotto uno studio clinico che ha dimostrato l’assenza di biodisponibilità sistemica della l-tiroxina. Ciò vuol dire che, in seguito all’applicazione topica della crema, la quantità di tiroxina presente nell’emulsione Somatoline è in grado di agire sulle cellule adipose, favorendone la riduzione, ma non è tale da essere assorbita nel sangue, causando danni alla salute.
Lo studio conferma che Somatoline non interferisce con i livelli plasmatici degli ormoni tiroidei FT4, FT3, né a breve, né a lungo termine. Inoltre, a distanza di due settimane dal completamento del trattamento, è stato confermato il mancato assorbimento sistemico di levotiroxina.
Le uniche controindicazioni all’utilizzo di Somatoline riguardano quindi la gravidanza, l’allattamento, l’ipersensibilità verso il principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti e l’intolleranza allo iodio.
Resta però importante sottolineare sempre la necessità di rispettare le posologie indicate in quanto i modi e i tempi di utilizzo sono fondamentali ai fini della sicurezza del prodotto.
Per le bustine bisogna applicare una bustina (pari a 10 g di prodotto) per ogni coscia per i primi due giorni del trattamento per poi proseguire fino al termine della confezione con mezza bustina (pari a 5 g di prodotto) per coscia.
Per il flacone multidose con dosatore si procede con quattro erogazioni per coscia che corrispondono a 10 g di crema per i primi due giorni per poi proseguire con due erogazioni per coscia fino alla fine del flacone.
Ogni ciclo di trattamento può andare da un minimo di 20 giorni ad un massimo di 3 mesi e può essere ripetuto dopo un mese dalla sospensione del trattamento.

Per ulteriori informazioni leggi qui il foglietto illustrativo.

Lascia un commento